IMG_1743.JPG

De Girolamo: Accuse sconcertanti per Allam, da Ncd testo per riforma ordini

De Girolamo: L’incolpazione del giornalista Magdi Cristiano Allam da parte del consiglio di disciplina del’Ordine dei giornalisti è sconcertante, imbarazzante e pericolosa per lo stato democratico. L’aver definito ‘non manifestamente infondato’ un esposto di un’associazione che accusa Allam addirittura di islamofobia viola i principi basilari della nostra Costituzione, che garantisce la totale libertà di pensiero, parola ed espressione.Se Allam dovesse aver violato le norme sulla diffamazione ci sono i tribunali della Repubblica a giudicarlo. Definire islamofobia una serie di opinioni espresse liberamente da un giornalista, per di più in seguito a massacri inauditi nella storia di questo pianeta, è un sovvertimento molto pericoloso dei diritti di ogni cittadino di esprimere liberamente il proprio pensiero. Invito il ministro della Giustizia, nell’ambito dei poteri di controllo sugli Ordini professionali, a esercitare la sua funzione di vigilanza su un organismo che da dover tutelare i principi deontologici della professione giornalistica, rischia di trasformarsi invece in un tribunale non autorizzato da nessuno. A tale proposito alla ripresa dell’attività legislativa il Ncd s’impegna a presentare, con tutte le forze che siedono in Parlamento, un provvedimento per la riforma degli ordini professionali che, così regolamentati, non hanno uguali nel resto dell’occidente civilizzato.


IMG_1743.JPG

De Girolamo: Presidenza Ue occasione per coinvolgimento Stati europei

Il semestre europeo di presidenza italiana e’ una occasione unica per sollecitare il più ampio coinvolgimento dei partner europei all’operazione Frontex Plus. Il Governo esercitera’ tutta la propria moral suasion, le capitali europee collaborino.
Ieri l’Ue ha dimostrato di voler fare la propria parte, di far seguire alle parole i fatti. Adesso e’ l’ora degli Stati membri. Se terranno lo stesso atteggiamento pilatesco in occasione della richiesta di rivedere i parametri di Dublino III, con il diniego del mutuo riconoscimento sul diritto di asilo, si certifichera’ sul nascere il fallimento degli Stati uniti d’Europa. Il prossimo 9 e 10 ottobre attendiamo risposte dalla riunione del Consiglio europeo a Lussemburgo. #ItaliaNonAspetta!

Nunzia De Girolamo


20140807-124210.jpg

De Girolamo: Immigrati, Europa batte un colpo. Frontex plus occasione per Stati Uniti Ue

De Girolamo: Sull’emergenza immigrati l’Europa finalmente batte un colpo. Frontex plus e’ pronta a partire, come emerso durante il vertice a Bruxelles con il commissario Malmstroem. Decisioni importanti, frutto di un grande risultato della diplomazia italiana e del ministro Alfano.
Adesso e’ arrivato il momento di capire di che pasta e’ fatta questa Europa. Tutti gli Stati membri, soprattutto quelli piu’ scettici ad aiutare il nostro Paese in questa emergenza internazionale, non possono piu’ girarsi dall’altra parte. Sono chiamati a una assunzione di responsabilita’, attraverso un comportamento solidale e di vero sostegno agli sforzi fatti dall’Italia per salvare migliaia di vite umane. Questa che abbiamo di fronte puo’ rappresentare la prima vera sfida per gli Stati Uniti d’Europa o segnarne un indecoroso fallimento.


degirolamo3

De Girolamo: “Renzi avanti su taglio partecipate senza esitazioni”

Dati Cottarelli confermano nostra battaglia giusta

I dati resi noti dal commissario Cottarelli sulle societa’ partecipate dimostrano la bonta’ della battaglia portata avanti in questi mesi dal Nuovo Centrodestra. Adesso non ci sono piu’ alibi. Ne’ sono ammesse incertezze o tentennamenti. Renzi intervenga con decisione per tagliare le sacche di spreco presenti e impiegare le risorse derivanti dalla spesa pubblica improduttiva anche per il taglio delle tasse a famiglie e imprese.
A luglio durante l’iter di conversione del decreto sulla Pa alla Camera, venne cassato un nostro emendameno sulla ristrutturazione delle societa’ partecipate che avrebbe portato a consistenti risparmi per la spesa pubblica, andando ad incidere proprio su quelle con saldo economico negativo. Una esclusione inspiegabile, anche perche’ non si trattava di un successo di parte. Qui ci sono in gioco gli interessi degli italiani e il futuro dei giovani.

[continua]